AL NIFONTANO

Questa è la storia di un sogno e di una passione, nata dalla ricerca di un luogo dove poter vivere piacevolmente in armonia con la natura.
Ci siamo innamorati subito di questa casa degli inizi del '900 e di quest'incantevole angolo di Varese.
Da qui è nata l'idea di ridare nuova vita a questa dimora e trasformarla in un piccolo B&B con l'intento di poter ospitare il mondo in casa nostra.
Abbiamo cercato di mantenere il semplice carattere originario dell'epoca, ma in chiave contemporanea, pensando ad un concetto di ospitalità che abbiamo apprezzato nel corso di tutti i nostri viaggi. Il risultato è un ambiente caldo ed informale, lo spirito è quello dell’ accoglienza, della condivisione, della semplicità e del rispetto; è la nostra casa-rifugio ma è aperta al mondo, alle culture e alle storie che ci vorrete portare.
 
Benvenuti “Al Nifontano”!

LA STORIA

Il Nifontano affonda le sue origini in un passato molto lontano, sembra che il nome curioso derivi dalle nove fonti o dalle nove fontane che un tempo ne alimentavano il rigoglioso mulino, dando vita a questa storica parte di Varese.
In principio il borgo era composto da un modesto isolato di cascine che nel XII secolo fu un luogo di accoglienza e assistenza a poveri e pellegrini e, per volontà di un gruppetto di laici, si trasformò nel 1173 nel primo ospedale della città di Varese: il Nifontano.
Gradatamente il Nifontano venne adoperato come una specie di ospizio ed infine durante la peste nel 1636 ebbe funzione di lazzaretto.
Situato poco fuori le porte della città, lungo il percorso della via Francigena, con acqua in abbondanza per la pescicoltura, ha spesso alimentato curiose leggende sulla sua reale natura come fondazione dell'Ordine dei Templari.
Oggi tali misteriose leggende restano sopite così come le nove fonti oramai interrate per lasciare il posto al viale Europa ed ai suoi edifici commerciali.
Eppure una grande sorpresa ci ha voluto regalare questo antico luogo: una piccola sorgente d'acqua pura fa capolino proprio in fondo al nostro terreno, dove sorge il bed and breakfast e ci regala un raro scorcio di bellezza e tranquillità.
Nel cortile di fianco si trovano ancora l'antichissimo pozzo profondo 22 metri, il forno per cuocere il pane e, nella valletta accanto, il mulino "Molin di Ratt" che macinava il grano per la comunità.
Abbiamo quindi voluto ricordare l'antico significato di questo luogo ed intitolare il nostro progetto di accoglienza "Al Nifontano".

CHI SIAMO

Samanta

Sono la mente operativa del Nifontano!
Dopo aver girato tutto il mondo come assistente di volo, ho sentito la necessità di fermarmi, di trovare un luogo dove poter mettere le radici. Insieme a mio marito, ho scelto questo angolo straordinario di Varese, che mi ha affascinato più di altri e ho raccolto in queste mura parte della mia vita: dall'amore per i viaggi e la fotografia, alla passione per il volo e l’aviazione, all’interesse per il recupero e restauro di vecchi mobili. Sarò lieta di assistervi personalmente qualora necessitaste di suggerimenti per escursioni naturalistiche, itinerari su misura tra Piemonte e Lombardia, degustazioni di prodotti enogastronomici locali, o di servizi di personal shopping. Dispongo di regolare patentino di Accompagnatore Turistico.

Massimo

Sono il braccio instancabile del Nifontano!
Da sempre amante e rispettoso della natura e degli animali. Amo la vita all’aria aperta e la semplicità delle piccole cose. Negli ultimi anni mi sono avvicinato ad uno stile di vita sempre più "green". Al Nifontano ho cominciato a piantare alberi da frutto e coltivare l’orto in modo biologico, con un uso del suolo non intensivo, basato sulla produzione di alimenti più sani, liberi da pesticidi nocivi per l’uomo e ricchi di principi nutritivi. Un hobby sano che mi aiuta a vivere meglio stando immerso nella natura.